Mostra personale di Pittura "Visioni e Archeovisioni": dal 14 al 30 giugno al Punto IAT del Palazzo Comunale di Formia


12 Giugno 2023


Mostra personale di Pittura “Visioni e Archeovisioni” dell'artista Palma Aceto
Dal 14 al 30 giugno - Spazio Espositivo del Punto IAT Palazzo Comunale

 

La mostra intende promuovere il patrimonio culturale della città e
proporre una visione onirica di molti dei luoghi simbolo della
stessa, mostrando la bellezza dei reperti archeologici ritovati
durante le varie campagne di scavi, attraverso un racconto fatto
per immagini, sottolineando con il cuore ed il colore, l’importanza
della salvaguardia del nostro patrimonio culturale.

 

“Questa notte ho fatto un sogno luminoso, ho visto Formia
luccicante e glitterata, il luccichio proveniva dalla luce che i
siti archeologici riflettevano, bellissimi! li vedevo nella loro
piena forma: ricomposti, fieri, accoglienti , guardarli
riempiva di gioia innocente, erano ricoperti di evanescente
polvere luminosa, colorata e sfavillante che componeva
rivoli di acqua rotolanti, scie e spirali composte da linee
veloci che si componevano e scomponevano nella ricerca di
forme nuove”. Le visioni sognate hanno trovato il modo di
materializzarsi attraverso la pittura in diverse opere che ho
intitolate Visioni e Archeovisioni.
Le Visioni raccontano l’anima del nostro tempo e le
archeovisioni la Memoria dell’Antico, o meglio di chi l’Antico
lo ha indagato nella Memoria di luoghi, fatti e tradizioni,
come memoria identitaria di una comunità. Raccontano
anche negazione di memoria, laddove il patrimonio culturale
è violato, infranto, distrutto, in un’epoca proiettata al
domani senza storia e la sorprendente attualità del bisogno
di concetti come Bellezza, storia, piacere, felicità, sogno
divinità, necessità, di promuovere una riflessione sulla
centralità delle nostre scelte di determinare l’instaurarsi di
un nuovo equilibrio tra uomo, natura, spazio, tempo. Le
modalità espressive si manifestano con tecniche differenti e
non disdegnano il digitale, sono strumenti utili a
raggiungere l’obiettivo della rappresentazione.
Con leggerezza lascio migrare le immagini, abbatto i confini
tra passato, presente e futuro. alcune opere pur sempre
recenti, tessono il filo di un pensiero fervido, ma non ingenuo
né inconsapevole dell’opportunità che il progresso permette.
Di questo mi servo per veicolare le mie immagini.
Il valore di un’immagine del resto non è quello di appartenere
ad una categoria tecnica o di genere, ma nel suo essere
veicolo per spianare strade alla fantasia, alla percezione, alla
memoria, ovvero all’immaginario.

 

Palma Aceto

Area tematica: